Gaza: lo status quo non è piú accettabile

Le sottoscritte organizzazioni fanno appello all'Unione Europea affinché:

1. Basi le proprie relazioni bilaterali con Israele sul rispetto delle leggi internazionali e faccia sí che le sue linee guida sulla promozione della conformitá con il diritto umanitario internazionale siano applicate riferimendosi a Israele ed a tutte le parti coinvolte

2. Faccia pressione su Israele affinché:

2.1 Rimuova immediatamente, completamente ed incondizionatamente il suo accerchiamento della striscia di Gaza, ed in particolare:

–   elimini la cappa e le sproporzionate limitazioni alla libertá di movimento della popolazione, anche tra Gaza e la Cisgiordania;

–   faciliti il commercio ed il transito delle merci da Gaza verso la Cisgiordania e Israele;

–   faciliti l'ingresso di materie prime e da costruzione, comprese quelle per il settore privato, incrementando il funzionamento dei transiti di frontiera; 

–   garantisca l'accesso ai terreni agricoli di Gaza, incluse le aree di confine e le zone di pesca, e la protezione dei civili in queste aree;

–   semplifichi la rapida uscita dei pazienti bisognosi di cure fuori da Gaza;

2.2 Assicuri la perseguibilitá per le violazioni del diritto umanitario internazionale e delle leggi internazionali sui diritti umani da parte delle sue forze a Gaza, conducendo indagini conformi agli standard internazionali sulle presunte violazioni, compresi tutti i casi di uccisione di civili, e perseguendo i responsabili.

2.3 Garantisca che le vittime palestinesi delle violazioni del diritto internazionale da parte d'Israele abbiano adeguato accesso alla giustizia israeliana ed effettivi risarcimenti.

3.  Faccia pressione sull'Egitto affinché faciliti il viaggio dei residenti di Gaza da e per Gaza attraverso il valico di Rafah ed assicuri il libero passaggio degli aiuti umanitari.

4.  Faccia pressione sull'Autoritá Palestinese perché garantisca che i soggetti non statali palestinesi si attengano alle norme del diritto internazionale ed incrementino la cooperazione con tutte le parti coinvolte per assicurare che la striscia di Gaza venga regolarmente rifornita di combustibile industriale e delle medicine indispensabili.

 

Firmato dalle seguenti organizzazioni europee ed internazionali per i diritti umani e lo sviluppo:

ACSUR Las Segovias
ARCI associazione di promozione sociale
Amnesty International – European Institutions Office
Broedelijk Delen
CCFD – Terre Solidaire
CNCD – 11.11.11
Dignity – Danish Institute Against Torture
Euro Mediterranean Human Rights Network (EMHRN)
Federacion DDH
Greek Committee for International Democratic Solidarity (EEDDA)
Ligue des droits de l'Homme
Trocaire
 
 
___

Fonte: Euro-Mediterranean Human Rights Network (EMHRN) 
Per leggere l'intera dichiarazione (in inglese, formato .PDF) scaricare:  Gaza_Statement_EN  

 

Tiny URL for this post:
 

This post is also available in: Inglese